Andrea Giani

Andrea Giani

Andrea Giani (Napoli, 22 aprile 1970) è un ex pallavolista e allenatore di pallavolo italiano.

È l''atleta che ha collezionato più presenze in una Nazionale azzurra di uno dei principali sport di squadra; insieme ad Andrea Gardini è uno dei due italiani incluso nella Hall of Fame del volley, che ha sede nel museo di Holyoke.

Il padre Dario Giani (prima voga dell''otto italiano alle Olimpiadi di Tokyo), allenatore dei canottieri delle Forze Armate, portò spesso con sé il figlio durante gli allenamenti, trasmettendogli la passione per questo sport in cui ottenne ottimi risultati: 79 vittorie su 80 gare disputate.

I primi approcci con la pallavolo avvennero nella palestra della scuola media di Sabaudia: furono Claudio Di Coste e Saverio Baio, allenatore e palleggiatore del Sabaudia ad entusiasmare il giovane e a indirizzarlo verso quello sport. Dal minivolley passò in Serie D e, all''età di 14 anni, esordì in Serie A2.

Nel 1985, richiesto dalla Pallavolo Parma, Giani si trasferì nella città ducale, dove cominciò la sua importante carriera di professionista. Finito ormai il ciclo della Santal, la società optò un ringiovanimento di tutto il settore; quindicenne, a Parma Giani conosce altri futuri campioni, come Andrea Zorzi e Andrea Lucchetta, con i quali finì per formare l''ossatura del dream team di Julio Velasco. Inserito nell''Under-18 sponsorizzata Colser, prese poi parte al campionato di Serie C. Allenato da Gian Paolo Montali, fu presto richiesto dall''allenatore della prima squadra, Aleksander Skiba, che lo aggregò al gruppo. L''anno successivo, 1986-87 fu quello dell''esordio di Montali come allenatore della prima squadra; quello che doveva essere un anno interlocutorio diventò quello della vittoria della Coppa Italia 1986-87 e del primo posto in regular season. Nella finale play-off il giovane team parmense fu sconfitto dalla Panini Modena di Velasco, Bernardi e Cantagalli, in gara-5.

Nella stagione 1987-88 la squadra venne ulteriormente rinnovata; entrati nel gruppo Marco Bracci (laterale) e Claudio Galli (centrale), sulle maglie biancoazzurre fece la sua comparsa il marchio Maxicono. Il 21 febbraio 1988 Giani ottiene il suo primo successo internazionale, con la Coppa delle Coppe vinta a Bologna. In campionato, la squadra ducale fu nuovamente sconfitta da Modena. Negli anni successivi vinse gli scudetti 1989-90, 1991-92 e 1992-93, oltre a due Coppe Italia, due Coppe CEV e altre due Coppe delle Coppe.

Rimase a Parma fino al 1996, quando la squadra rinunciò al titolo di Serie A1; si trasferì quindi a Modena, vincendo subito con la Las Daytona lo scudetto 1996-97, la Coppa Italia e la Coppa dei Campioni.

In Nazionale Giani vinse tre titoli mondiali consecutivi (1990 e 1994 con allenatore Velasco, 1998 con allenatore Bebeto) e quattro europei (nel 1989, 1993, 1995 e 2003). Il suo record di presenze in maglia azzurra (474) è stato anche il record assoluto di partite con la Nazionale in tutti gli sport italiani prima di essere superato dalla collega Eleonora Lo Bianco. Alle Olimpiadi si è invece aggiudicato due argenti nel 1996 e nel 2004 e un bronzo nel 2000.

Tra il 2007-08 e il 2008-09 ha allenato Modena, vincendo una Challenge Cup e venendo poi esonerato nel dicembre 2008. All''inizio della stagione 2009-10 è stato ingaggiato dalla M. Roma, in A2 con cui il 31 gennaio 2010 vince a Montecatini Terme (Pistoia) la Tim Cup di serie A2 battendo in finale la Zinella Bologna per 3-0 davanti a 4700 spettatori.

A breve il rinnovo delle cariche elettive della Consulta

Da lunedì 8 aprile scatta il concorso fotografico di Modena Città euroea dello sport 2013

by Intersezione agenzia di comunicazione modena

www.penisa.pl www.leczenie-grzybicy.pl www.candida-albicans.org