Quando il mangiar sano non è più SANO  HealthyLifeinUrbanJungle

Quando il mangiar sano non è più SANO HealthyLifeinUrbanJungle

Quando il mangiar sano non è più SANO

Posted by HealthyLifeinUrbanJungle on 3 maggio 20163 maggio 2016

Lortoressia (dal greco orthos corretto e orexis appetito) è una vera e propria patologia: oltre 3 milioni di persone soffrono di disturbi alimentari e di questi circa il 15% soffrirebbe di ortoressia.

Si tratta di un disturbo alimentare, dato dallossessione di dover mangiare solo cibi sani. Tutti noi dobbiamo cercare di avere uno stile di vita healthy, prendendoci cura di noi stessi, ma ascoltando il nostro organismo. La nostra alimentazione deve essere principalmente sana, ma non deve temere di lasciar posto a degli sgarri, che fanno bene al nostro organismo e anche alla nostra psiche!😀

É stato il dietologo americano Steven Bartman a coniare nel 1997 il termine ortoressia, creando inoltre un test per valutare il rapporto che abbiamo col cibo.  Eccolo qui:

Pensate più di 3 ore al giorno al cibo?

Pensate a cosa mangiare il giorno dopo e lo preparate meticolosamente?

Provate soddisfazione non tanto per il gusto, ma per quello che sapete che il cibo comporta a livello salutare e fisico?

La vostra vita è di alta qualità solo se lo è il cibo che decidete di ingerire?

L’ansia nella vostra vita è aumentata da quando avete riflettuto sulla vostra alimentazione?

Siete diventati più severi con voi stessi nei confronti del vostro comportamento quotidiano e alimentare?

La vostra autostima aumenta se mangiate sano?

La prevenzione è il vostro timoniere ogni volta che dovete scegliere cosa mangiare?

Provate senso di colpa se non mangiate in “modo corretto”?

Pensate che mangiare bene voglia dire aver un buon autocontrollo?

Se le risposte positive sono minori di tre avete un buon rapporto col cibo e con lalimentazione, se le risposte positive sono maggiori di tre potreste soffrire di ortoressia.         

La Dott.ssa Rossoni, nel suo blog Alimentazione in equilibrio ha scritto un bellissimo post riguardante questo tema, ve lo proponiamo:

Lo chiedo alle mie pazienti: Cosè per te lequilibrio?, e spesso mi sento rispondere: Non sbagliare mai.

Lequilibrio è unaltalena: prima su, poi giù, in misura esattamente proporzionale. Non è non sbagliare mai, ma è saper compensare gli sbagli fatti.

Lequilibrio non è uno schema, non è rigido. E unoscillazione, anzi: è la capacità di lasciarsi oscillare. Come un grattacielo giapponese, progettato per vibrare con i terremoti, senza crollare mai.

Se si parte da una condizione di profondo squilibrio, inizialmente le oscillazioni saranno molto ampie e lasceranno con il mal di mare: più si apprende (sì: si *apprende* e si esercita) la capacità di oscillare a piccole onde intorno al perno, più lequilibrio sarà stabile.

Ma lequilibrio non è non sbagliare mai.

Il non sbagliare mai espone a rischi: non si impara a compensare, si rimane vittime della propria rigidità, e si temono fattori esterni che spezzino lo schematismo.

Il nostro consiglio è quello di vivere il più serenamente possibile il rapporto col cibo, dal momento che deve essere un piacere, unopportunità per stare in famiglia e apprezzare il gusto della tavola ! ♥

Condividi:Clicca per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra)Condividi su Facebook (Si apre in una nuova finestra)Clicca per condividere su Google+ (Si apre in una nuova finestra)Mi piace:Mi piace Caricamento...

Articolo precedente ♥ Make Up da Palestra con Mara Lai ♥

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Crea un sito Web con WordPress.com

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:

www.penisa.pl www.leczenie-grzybicy.pl www.candida-albicans.org